LAMPONE GIALLO RIFIORENTE - Florfauna by Aziendanaturaviva Bassano

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra    Cookie Policy Ok
Sconti! PIANTA LAMPONE GIALLO RIFIORENTE Visualizza ingrandito

LAMPONE GIALLO RIFIORENTE

Nuovo prodotto

PIANTA DI 1 ANNO IN VASO altezza circa 30/40 cm, attecchimento garantito, etichetta singola con foto e consigli di impianto. Frutti già nel primo anno di impianto.

IL LAMPONE GIALLO DOLCE E DELICATO CHE MATURA FINO AI GELI

Maggiori dettagli

Disponibile

6,50 €

-1,50 €

8,00 €

Dettagli

La fioritura è scalare e si protrae per quasi due mesi e darà luogo alla formazione dei gustosi frutti la cui maturazione è anch’essa molto dilazionata e si protrarrà per oltre un mese.
Contrariamente a quanto pensiamo, quello che cogliamo dalla pianta non è il vero frutto del lampone, bensì l’insieme dei piccoli frutti (drupe) che, aggregati fra loro, costituiscono quello che consideriamo il frutto: quest’insieme di drupe si chiama mora.
Ci sono
due ben precise varietà di lamponi: le unifere, che producono una sola volta all’anno a fine primavera principalmente sui rami dell’anno precedente, e le bifere, o rifiorenti, che producono anche loro a fine primavera sui rami dell’anno precedente, ma anche sui polloni dell’anno a fine estate.
In commercio
esistono molte varietà di lamponi che si caratterizzano, oltre che per il periodo di fruttificazione, anche per la destinazione dei frutti che va dal consumo fresco, alla pasticceria, all’industria di trasformazione dolciaria (marmellate, gelatine, sciroppi, ecc.), alla surgelazione (cui si prestano molto).

La produzione per pianta di frutti del lampone non è molto elevata, 1.00/1.20 kg, ma considerando l’alta densità d’impianto, 10/14 piante per 10 metri quadrati, e l’elevata richiesta del mercato, la sua coltivazione è tra le più redditizie.

Anche il lampone, come tutti i frutti di bosco, ha notevoli proprietà nutrizionali: sono presenti gli antociani, la pectina, sali minerali,(magnesio, potassio, sodio, fosforo e calcio), vitamina C e K, quest’ultima molto importante anche per l’irrobustimento dell’apparato scheletrico e la coagulazione del sangue, e vitamina del gruppo B.

Molto importante la presenza di acido folico, la vitamina B9, sostanza che non viene prodotta dal nostro organismo, ma si assimila solo attraverso il cibo, ed è importantissima nelle donne in stato di gravidanza.
Per il suo contenuto di fruttosio, il frutto del lampone
può essere consumato anche da soggetti diabetici, senza comunque eccedere.